Home » Missione e attività

Missione e attività


La missione della Cooperativa

La missione della Cooperativa - Il Ponte Cooperativa Sociale a r.l. - ONLUS

Il Ponte è una Cooperativa Sociale di tipo “B” che si occupa, dal 1988, di inclusione sociale per persone con disabilità e con fragilità sociali attraverso l’esperienza e la formazione professionale al lavoro, in un ambiente protetto che rispecchia le attuali organizzazioni aziendali. La ragione d'essere della Cooperativa è quella di accogliere nel proprio centro produttivo le persone con svantaggio e integrarle con le persone normodotate.  

La missione è quella di far acquisire alle persone con disabilità psichiche, invalidità fisiche o fragilità sociali competenze e capacità manuali, scoprendo e sviluppando le loro potenzialità, per consentire un loro inserimento laborioso nelle aziende  del territorio, affinché si sentano parte attiva della società.

Lo scopo, su cui ruotano tutte le attività produttive e le scelte per sostenerle, è quello di rendere possibile l'operatività delle produzioni secondo le capacità di ogni persona. In quest’ottica si pone particolare attenzione a far crescere autostima, autonomia e responsabilità. Attraverso questa prassi metodologica, si cerca di abituare la persona svantaggiata ad interagire secondo le dinamiche produttive industriali. L’obiettivo è essere preparati per un eventuale inserimento nelle aziende del territorio.

La Cooperativa Il Ponte è a tutti gli effetti una impresa sociale.

L'attività della Cooperativa

ambienti di lavoro e attività lavorative svolte in Cooperativa 8 Immagini

All'interno della Cooperativa Il Ponte si svolgono attività lavorative di assemblaggio, confezionamento e imballaggio di prodotti conto terzi, per il mercato italiano ed estero. Al momento la Cooperativa collabora con 18 clienti che operano in diversi settori produttivi/merceologici. Il lavoro, suddiviso in fasi semplici e di facile comprensione, riguarda l’assemblaggio di parti o di prodotti finiti (sigle, loghi, fondelli per l’industria automobilistica; soffioni per docce, pompe idrauliche, scarichi per lavandini; industria meccanica; elettronica e amplificazione), lo sbobinamento e il confezionamento di filo per decespugliatori, la saldatura di blister in PVC, la tampografia di materiale in PVC, il montaggio e l’incollaggio di scatole di cartone, il confezionamento nel settore alimentare, il controllo qualità, l’imballaggio e la spedizione del materiale finito.

La storia della Cooperativa

La storia della Cooperativa - Il Ponte Cooperativa Sociale a r.l. - ONLUS

All’inizio dell’attività della Cooperativa Il Ponte, nel 1988, per le persone con problemi psichici medio/lievi, dopo la scuola dell'obbligo, di fatto, non esistevano progetti o iniziative per l'inserimento nel mondo del lavoro con possibilità adeguate alle loro capacità. Anche per queste carenze, in poco tempo la Cooperativa divenne luogo di riscatto per gli svantaggiati che non godevano la considerazione di una propria identità-dignità.

Nel 1997 è stato costituito il “Comitato casa alloggio per disabili psichici Onlus”, con lo scopo di cercare soluzioni per il futuro dei ragazzi in un contesto di accoglienza in gruppo appartamento.

Dal 2008 al 2015 è stato portato avanti il progetto “Bio-agri” per la coltivazione naturale di ortaggi e piccoli frutti, i prodotti venivano utilizzati per la mensa interna e per la vendita a privati.

Nel corso degli anni la Cooperativa ha proposto diverse iniziative extra lavorative, sia rivolte all’esterno, con lo scopo di affermare la propria presenza sul territorio (cene a tema, feste di capodanno, Santa Messa di Natale, mercatino di Natale e partecipazione a mercatini del circondario), sia per offrire attività ludiche, culturali e sportive ai soci e tirocinanti  impegnandoli  anche durante i fine settimana e nei periodi di vacanza.

Il 2011 è l’anno della svolta: il Consiglio di Amministrazione ha deciso di dare nuovo impulso alle proprie attività per meglio rispondere all’evolversi delle esigenze sul territorio, presentando il progetto “IL PONTE TRA PASSATO E FUTURO”, con due grandi obiettivi (la riorganizzazione aziendale e sociale della Cooperativa e la ristrutturazione dello stabile) e un piano per realizzarli a partire dal 2012.

Nel 2015 la Cooperativa ha fondato, insieme ad altre cooperative sociali, imprenditori, consulenti, amministratori pubblici e insegnanti delle scuole superiori l’associazione “Terre tra i laghi”, che ha per scopo di studiare ed elaborare strategie per valorizzare le risorse del territorio, creando connessioni tra gli associati.

I 30 anni della Cooperativa

I 30 anni della Cooperativa - Il Ponte Cooperativa Sociale a r.l. - ONLUS

2018: la Cooperativa festeggia i 30 anni!

La Cooperativa Il Ponte è stata fondata il 23 marzo 1988.

Per celebrare i 30 anni dalla fondazione sono stati organizzati due eventi, il primo, il 17 marzo 2018, rivolto a tutti coloro che ruotano intorno alla Cooperativa, soci, sostenitori, amici…, il secondo, il 26 maggio 2018, rivolto alle altre associazioni del terzo settore del territorio.

Sabato 17 marzo la Cooperativa Il Ponte è stata affidata a San Giuseppe, custode del dono. Con questo gesto abbiamo voluto invocare colui che si mette a custodire qualcosa che è importante per tutti, in questo caso un luogo di lavoro che è anche luogo di riscatto sociale, e metterci idealmente tutti sotto la sua protezione. La festa è stata suddivisa in tre momenti: il primo è stato l’atto di affidamento della Cooperativa e di tutte le persone direttamente o indirettamente legate ad essa, con una lettura di testi sulla figura di San Giuseppe, uomo dei valori, uomo dei sogni, uomo del silenzio… Nel secondo momento è stata ricordata e affidata a San Giuseppe con un piccolo segno la personale esperienza di ciascuno in Cooperativa. Nel terzo momento  si è svolto un apericena multietnico e regionale, in cui ognuno ha preparato un piatto tipico del proprio Paese o della propria Regione: il Moros y cristiano cubano, il cous cous e la seffa del Marocco, il Birek albanese e le patate dolci della Nigeria, la Domoda del Gambia e i Tostones del Venuezuela, la Ribollita toscana e il Frico friulano, gli arancini siciliani e le Vecchiaredde calabresi, il bonet piemontese e le tigelle emiliane…

 Sabato 26 maggio si è svolta la FESTA DELLA GENERATIVITA’ SOCIALE, organizzata dalla Cooperativa in collaborazione con gli altri enti del terzo settore del territorio. 

Il tema della festa: “GENERATIVITÀ SOCIALE” nasce dalla considerazione che tutte le persone che si occupano di sociale, nel proprio ambito nella propria organizzazione, sono “GENERATIVE” semplicemente per il fatto che hanno “messo al mondo”, fondato o rifondato, si stanno “prendendo cura”, stanno pensando come “lasciare andare” sia dal punto di vista della continuità che dal punto di vista dell’ aprirsi al territorio. Ed è proprio questo il punto che accomuna le organizzazioni del terzo settore, cioè il fatto che le APS sia di volontariato che no-profit e le Cooperative Sociali hanno un impatto sociale e territoriale molto forte, si propongono come modello di crescita sociale, solidaristica e comunitaria che potrebbe rivelarsi come la valida alternativa al modello di crescita capitalistica basata esclusivamente sul consumo.

Durante la giornata si è svolto un dibattito pubblico durante il quale ogni organizzazione ha espresso riflessioni e domande, poi riprese da personalità che abbiamo avuto l’onore di ospitare:

Franco Giulio Brambilla Vescovo Diocesi di Novara;  Luigi Bobba Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali; Augusto Ferrari Assessore Regionale alle Politiche Sociali;  Cesare Ponti Presidente Fondazione Comunità del Novarese;  Mariella Enoc Presidente Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma – Vicepresidente Fondazione CARIPLO; Laura Noro – Consigliere Provinciale con delega Politiche giovanili e Pari Opportunità.

 

Il Ponte Cooperativa Sociale a r.l. - ONLUS

Dove siamo